ASSISTENZA DOMICILIARE E CURE PALLIATIVE

La fase avanzata di una malattia oncologica è un periodo particolarmente delicato, che coinvolge non solo il malato ma tutta la famiglia e chi gli sta vicino: in quel momento si concentrano ed accentuano fragilità fisica e psicologica che possono alterare gli equilibri personali e sociali.

Scarica qui il depliant informativo.


L’ASSISTENZA DOMICILIARE

Sono le cure dedicate a persone
(bambini, adulti, anziani) affette da
malattie acute o croniche invalidanti,
che non possono muoversi.
Lo scopo è favorire il mantenimento a domicilio del paziente, che diventa punto di riferimento per le diverse figure sanitarie, che operano in relazione ai suoi bisogni.

ADP Assistenza Domiciliare Programmata

prevede la visita domicilare (settimanale, quindicinale o mensile) del medico. Il medico può eventualmente attivare il servizio infermieristico domiciliare o i servizi sociali.

ADI Assistenza Domiciliare Integrata

assistenza per malattie di una certa complessità, a cui partecipano diverse figure professionali: medico di famiglia, infermiere professionale, eventualmente assistente sociale e domiciliare.

ADI Assistenza Domiciliare Integrata – Cure Palliative

forma assistenziale dedicata a pazienti in fase avanzata di malattia.
Prevede interventi domiciliari del medico di famiglia, dello specialista palliativista, dell’infermiere e, qualora la famiglia lo richieda, delle assistenti domiciliari coordinate dall’assistente sociale.

 

COME CHIEDERE ASSISTENZA

Il primo passo è quello di rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale (medico di famiglia), che coinvolgerà la UVM—Unità Valutativa Multidisciplinare.
La tipologia di assistenza (ADI o ADI Cure Palliative) viene erogata in base ai bisogni clinici e socio-assistenziali.

Gli interventi domiciliari sono gratuiti.